Bali

Bali

Pubblicato il

ENG: Bali, such a famous place for western people. You can ask everyone about this island and surely at least 9 people on 10 will tell you they know this place. This beautiful indonesian island is actually a mass tourism victim. I’ve been here my first time 10 years ago when Bali was already such a tourists attraction but still it was a bit different then now. Less traffic, less hotels, less crowd in the water less pollution. .  That was probably the beginning of the end. I’ve been looking for old pictures of Bali in internet and I simply could not believe how Kuta beach looked like in the 70’s.
Chinese, Japanese, Russian, Australian and American businessmen are buying, since decades, lands in Bali for some thousand dollars and building massive resorts and restaurants which will give them million dollars profits killing, in the meantime, the soul of this mystic island and destroying the nature.
The new international airport completed in 2014 it’s something that the Indonesian government it’s really proud of  but to me it sounds like another terrible mistake. Exactly like the new highway to Benoa.
Bali owns a fascinating culture, a special religion, thousands temples, incredible dances, arts, music, perfect waves and stunning places. All these stuff are slowly (not so slowly) disappearing covered by a thick, horrible surface made of pollution, prohibitions, traffic, drugs and of course money.

Thousands years of traditions are actually fading away turning into local business. Money call money and Bali was not used to that..but not even ready. Not at all!

So, once I’ve told you that I do believe that Bali still has many amazing places far from touristic routes and hotels (you’ll realise this watching the pictures at the end of this article). You just need to travel the right way! Give up commercial areas and give up travel agencies. Just book your ticket to Bali, get a map and you’ll be fine once you get there.
Get a cheap room and rent a scooter and just drive trough the island.. Don’t be scared about rain and don’ t be scared about local people. I’ve never met someone bad in remote areas of Bali. I actually met someone bad only infamous places like Kuta.

Try to rich the tip pf the mountains, find waterfalls and rice paddies. Try to be an Indonesain! These people are really hospitable and many times they invited me to sleep and eat in their houses and nobody asked for money.

There are too many preconception about Eastern people as definitely they have some about us. Our mission, if we can call it like that, is to destroy these imaginary barriers and be fine with their habits and culture. After all we are guests in their paradise..

 

ITA: Bali, un nome piuttosto conosciuto tra gli occidentali. Potete chiedere a chiunque a sicuramente almeno 9 persone su 10 avranno quantomeno sentito nominare questo posto. Questa fantastica isola indonesiana è però una vittima del turismo di massa. Ci sono stato la prima volta 10 anni fa quando Bali era giá un’ attrazione turistica  ma era ancora un tantino differente rispetto ad ora. Meno traffico, meno hotel, meno gente in acqua e meno inquinamento. Beh, quello era probabilmente l’inizio della fine. Ho cercato in internet alcune foto vecchie di Bali e non potevo credere a come Kuta beach fosse negli anni 70.

Imprenditori provenienti da China, Giappone, Russia, Australia e America ormai da decenni comprano terre a Bali per qualche migliaia di dollari costruendoci mega resort che daranno loro profitti milionari ma allo stesso tempo distruggendo la natura ed uccidendo la cultura mistica di questa isola.

Il nuovo aeroporto internazionale completato nel 2014 è davvero motivo di vanto per il governo indonesiano ma per me è solo un altro, ennesimo errore . Proprio come la nuova autostrada diretta a Benoa.

Bali è casa di una cultura affascinante, di una religione speciale, di migliaia di templi, incredibili danze, arti, musica, onde perfette e luoghi mozzafiato. Tutte queste qualità stanno lentamente (non così lentamente) scomparendo sotto una spessa coltre di inquinamento, divieti, traffico, droga e ovviamente soldi.

Tradizioni millenarie stanno svanendo nel nulla diventando solo un buon motivo per fare soldi. Denaro chiama denaro e Bali non era non era affatto abituata ne pronta a questo!

Quindi, dopo avervi detto tutto questo io sono convinto che a Bali si possano ancora trovare luoghi fantastici lontani dalle classiche rotte turistiche e dagli hotel ( capirete questo guardando le foto alla fine dell’ articolo). Quello di cui avete bisogno è semplicemente viaggiare con intelligenza! Lasciate stare le zone commerciali ed evitate le agenzie di viaggio. Semplicemente prenotate un volo per Bali, comprate una mappa dell’ isola e andrà tutto alla grande.

Una volta arrivati prendete una camera economica e noleggiate uno scooter per spostarvi attraverso l’isola.. Non fatevi spaventare ne dalla pioggia ne dalla gente locale. Nelle aree remote di Bali non ho mai incontrato nessuna cattiva persona. Questo invece mi è spesso successo nelle zone commerciali come Kuta.

Provate a raggiungere le vette delle montagne, a trovare le cascate e le coltivazioni di riso. Provate ad essere indonesiani! Questo popolo è molto ospitale e spesso mi è capitato di essere invitato nelle loro case, che fosse per dormire o mangiare, senza che nessuno abbia mai chiesto del denaro in cambio.

Esistono di fatto molti preconcetti verso gli orientali così come loro ne hanno verso gli occidentali. la nostra missione, se così possiamo chiamarla, è quella di distruggere queste barriere immaginarie e vivere in tranquillità le loro abitudini e la loro cultura. Dopotutto siamo degli ospiti nel loro splendido paradiso..